Quattro semplici strategie che favoriscono ben-essere

21 Apr 2024

  • di Milena Screm
  • /
  • Breathwork

Cos’è per te lo stile di vita?

Il tenore economico?

I contatti sociali?

L’insieme delle abitudini?

 

Immagina la vita di un essere umano, nel suo insieme, come a un tavolo con quattro gambe; una di queste rappresenta le relazioni, un’altra il lavoro, una terza la salute, l’ultima lo svago. Se una è più corta il tavolo/vita traballa, quell’aspetto dell’esistenza è carente e alla fine può creare difficoltà; se una gamba manca del tutto, non c’è stabilità.

Lo stile di vita è quell’insieme di attitudini, tendenze e abitudini che aiuta il tavolo a stare in piedi abbastanza saldo da poter svolgere la sua funzione.

 

I fattori che incidono nel formare uno stile di vita sono tanti, anche di tipo sociale, culturale e educativo; sui meccanismi di ampia portata e/o dovuti a fattori esterni, è difficile avere impatto. Inoltre portare attenzione solo all’esterno può essere frustrante e deludente.  Più efficace invece rivolgere lo sguardo agli elementi propri della persona, orientamenti, scelte; il mondo interno, pur nella sua complessità, offre la massima potenzialità d’intervento. Servono tre cose: la consapevolezza di quello che può essere migliorato, la motivazione ad agire per rendere concreta una nuova direzione, strumenti pratici che consentano di far diventare azione l’intenzione.

 

Come s’intraprende questo viaggio?

 

Non è un processo immediato, è qualcosa del quale prendersi un po’ cura quotidianamente, portando attenzione al corpo e alle sensazioni, alla mente e ai pensieri, alle emozioni.

In questo modo è possibile, poco alla volta, modellare uno stile di vita equilibrato e favorire una condizione psicofisica di salute e ben-essere. Non si tratta di compiere un’azione che determina un risultato assoluto, questa sarebbe una “bacchetta magica”; piuttosto è una direzione verso la quale protendere, un faro che orienta verso un porto sicuro anche quando gli eventi sono onde che rendono impegnativa la navigazione.

 

"Non puoi fermare le onde del mare, ma puoi imparare a cavalcarle."
J. Kabat Zinn

 

Non c’è un primo passo migliore di altri per intraprendere questo viaggio, è necessario iniziare da se stessi, riflettere su cosa è carente e cosa funziona, cosa può essere migliorato e cos’è una risorsa già efficace.

Non è neppure necessario partire con iniziative complicate o di grande portata, in realtà basta un piccolo tocco alla barra del timone e la direzione inizia a modificarsi. Ogni piccolo cambiamento ne genera altri, è un processo, un “effetto domino”.

 

QUESTO momento, ora.

Quante volte succede che stiamo vivendo un’esperienza e mentalmente siamo altrove? Spesso, a tutti noi esseri umani, fa parte della capacità che la mente ha di spostarsi velocemente pensando a dopo e a prima, un continuo movimento.

Una delle strategie essenziali verso uno stato emotivo sano è rimanere nel presente, nel momento. Poiché la mente lavora costantemente e velocemente, l’attitudine alla presenza va allenata poco per volta, piccoli passi; soprattutto senza pretendere un risultato assoluto, iniziare da pochi istanti è un ottimo passaggio. Fare profondi respiri con l’attenzione sul respiro è un modo pratico per esercitare l’attenzione mentale a stare su una cosa alla volta; la respirazione offre un ancoraggio al corpo, quindi a qualche cosa di concreto e tangibile.  La capacità della mente di essere presenza con intenzione nel qui e ora è la base per la gestione efficace di molte delle difficoltà che viviamo ogni giorno, dentro di noi che nel mondo.

 

Scrivere.

Nella medicina cinese, più antica di quella Ippocratica,  un principio fondamentale è che tutto ciò che sedimenta nell’organismo, a lungo andare può diventare tossico e creare disturbi. Vale per le sostanze organiche e per quelle immateriali, come i pensieri; conosciamo tutti il rimuginio mentale, un’attività nella quale la mente qualche volta s’incastra, spesso dando origine anche a stati d’animo difficili.  Depositare sulla carta i propri pensieri significa muovere l’energia mentale da dentro a fuori, quindi liberare e alleggerire.

Se alla base del rimuginio c’è una difficoltà, questa non si risolve, ovviamente; ma di certo una mente più leggera e libera dalla “ruota del criceto”, può trovare  più facilmente una soluzione. Esistono comunque anche tecniche di scrittura che consentono di mettere a fuoco soluzioni ai problemi.

 

Esercizio fisico.

E’ risaputo che l'esercizio fisico fa bene, mentre la sedentarietà no; non è solo una questione di circolazione sanguigna e di forma fisica, stare troppo fermi favorisce anche il sopravvento di alcuni meccanismi della mente, è una questione biochimica. Non è necessario diventare atleti di triathlon, in realtà bastano trenta minuti a piedi fatti con regolarità. L’attività fisica, anche blanda, fa produrre endorfine cervello; questa sostanza induce un senso di piacevolezza e, di conseguenza, ha impatto sullo stato d’animo l'esercizio fisico è anche uno strumento potente per mantenere un sano benessere emotivo.

 

Respirazione.

La respirazione profonda aumenta il livello di ossigenazione nel corpo, migliora la funzionalità cellulare e di tutti gli organi, favorisce una migliore funzionalità del cervello, rende più lucidi ed efficaci. Alleggerisce fisiologicamente dalle tossine che derivano dallo stress, libera dalle tensioni muscolari, calma la mente ed è uno strumento efficace nella modulazione delle emozioni.

Inoltre è parte del nostro corpo, sempre con noi, a disposizione in ogni momento, uno strumento portatile.

Moltissime persone respirano in modo superficiale, utilizzando solo in minima parte la potenzialità per la quale il corpo umano è progettato.

Esistono tecniche che possono essere utilizzate quando c’è necessità, per alleviare in modo efficace e immediato, il lavorio mentale, le pesantezze dell’umore, gli stati di ansia, la bassa vitalità e molto altro. Si tratta di metodi semplici, che richiedono poco tempo e che possono essere utilizzati ovunque.

 

Routine.

La combinazione di queste strategie inserite nella quotidianità, porta gradatamente a uno stato di maggior ben-essere. Ognuno di questi spunti è utile per gestire meglio pensieri ed emozioni; combinati, mettono le basi a una condizione psicofisica di equilibrio.

Stabilisci obiettivi piccoli, realistici e realizzabili nella tua routine quotidiana e costruiscili, settimana dopo settimana, uno stile di vita rinnovato.

Per maggiori informazioni sulle attività di Insight e/o per chiedere supporto nella scelta del percorso più adatto compila il modulo presente in questa pagina. Per conoscere tutte le opzioni di contatto clicca sul pulsante qui sotto:

Contattaci

Entriamo in contatto

Se hai domande, dubbi o richieste in merito ai nostri servizi e/o alle nostre iniziative, ti invitiamo a compilare il modulo qui sotto. Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Inviando il modulo dichiari di aver letto, compreso ed accettato la nostra informativa sul trattamento dei dati personali.