Sonia, infermiera professionale, all’ultimo anno del corso di Counseling con Insight, racconta i tesori trovati lungo il suo percorso, da una maggiore fiducia in se stessa, a un nuovo modo di vivere le sue emozioni, dall’importanza del respiro come alleato del proprio benessere alla scoperta di una nuova naturalezza.

"Questo ultimo anno è stato una continua grande scoperta. Ho iniziato con gran voglia e un briciolo di inconsapevolezza riguardo i tesori che avevo dentro me. Ho sentito, respirato subito una sensazione di fiducia e una naturalezza nel lasciarsi guidare in questo sentiero sconosciuto, ma, la davanti, la meta appariva proprio interessante.

E nel corso degli incontri tutti questi tesori sono stati estrapolati e fatti emergere dalla danza di questi otto fine settimana, circondata da tanto affetto e bene che sento grande in questo gruppo. E se un gruppo di persone sconosciute riuscivano ad aprirsi così ci deve essere un motivo! Cambiando semplicemente il punto di vista cambia notevolmente il paesaggio, uscendo dagli stereotipi delle “mappe” che ci facciamo degli altri cambia la relazione con l’altro e di conseguenza a cascata tutto fluisce più naturalmente, non svaniscono i problemi, solo si possono guardare con occhi diversi, meno giudicanti. Il respiro!

Questo grande alleato, questa “medicina” sempre pronta; nelle pratiche di respirazione ho vissuto esperienze diverse le une dalle altre, ma ricche di qualcosa di speciale. La presenza del gruppo e del team intorno a me mi ha fatta sentire al sicuro, e mi ha consentito di assaporare dentro di me le mie emozioni.

Con questa certezza ho potuto visitare gli “angolini” più nascosti di me dove il buio rende tutto più difficile. Prendere contatto con lo scuro e capire che esso c’è dentro di noi e che è giusto così. Imparare che non è nel giudizio che si cresce ma è nell’alimentare la parte che non giudica ma guarda con razionalità, la co-esistenza del chiaro e dello scuro, del pieno e del vuoto, del si e del no.

Tutto insieme, tutto in noi perché così è la completezza. Ho imparato che l’altro è diverso da me ma qui è proprio la ricchezza. Che l’altro è persona da accudire ma anche persona che può accudirmi. Ho imparato che a volte è importante lasciare andare, perché questo non significa perdere ma trovare di nuovo o il nuovo. Esperienza questa che sto facendo ancora ora sulla mia pelle. La pelle, uno dei cinque sensi, ed essi sono quei tesori speciali che abbiamo per raggiungere il piacere, ma che troppo spesso dimentichiamo di avere.

Ogni volta credevo di aver scoperto forse il tutto e ogni volta ero stupita e sorpresa da scoperte nuove, come se la vita sapesse regalarci momenti sempre unici. È stato un anno anche difficile, minato da momenti di sconforto e di perdite; però, e qui la grande scoperta, accettando a volte a fatica, senza giudicare lo star male ma semplicemente accogliendolo e magari con il respiro curandoci un po’, il momento si affronta e si supera. E altra grande scoperta per me è il gusto di essere accuditi. Io sempre proiettata all’accudire gli altri, io che a fatica chiedevo aiuto; crescendo dentro ho imparato che chiedendo, qualcuno si prende cura di me.

Grandi, grandi insight. Respiro, accolgo emozioni, mi rapporto agli altri con una visione diversa e la cosa bella è che mi rendo conto che cambiando anche piccole cose, a catena, molte altre seguono a cascata, quello che si fa può essere forse solo una goccia nel mare ma avverto che chi mi vive accanto modifica alcuni atteggiamenti. Il viaggio è all’inizio e l’entusiasmo sempre tanto!"

 

 

linea-diretta

CONTATTO RAPIDO

Insight Scuola di Counseling a Mediazione Corporea
Via Guido D'Arezzo 19 - 20145 - Milano Tel: 3276828931 - CF 97375660152 - P.Iva 07462360962