Il primo anno di scuola professionale di Counseling è stato per Carlotta ricco, pieno e fluido, impegnativo ma anche ricco di sorprese, con la consapevolezza che lo scorrere delle cose dentro di noi può farci godere con pienezza ogni momento della nostra vita.

Questo Primo Anno di formazione per me è stato RICCO, PIENO, FLUIDO.

Le lezioni sono state esaurienti, a volte faticose e stancanti dopo una settimana di lavoro, ma uscita dalla scuola mi sentivo sempre più completa e integra. Il tempo è volato, ogni cosa è fluita con armonia, ogni blocco, ansia, paura, arrabbiatura è emersa, ha girato un po’ nelle acque, a volte si è incagliata in qualche insenatura ma poi è andata…ha fatto il suo percorso ed ha lasciato queste acque a volte un po’ torbide e a volte limpidissime.

È una magia. L’acqua, il panta rei. Sento una musica del cuore dove il ritmo è dato dall’accostarsi e fluire di inspirazione, espirazione, silenzio e scroscio d’acqua, mantra, pancia, sorrisi, tramonti, lacrime, gioia, amore, abbracci, responsabilità e gratitudine. Quest’anno è stato caratterizzato da un movimento di pancia, da una spinta verso l’evoluzione dal caos, dal rompere gli schemi e le catene e dal sentire emozioni, gioie e dolori. È stato capire che dal caos nasce una stella danzante…proprio come diceva Nietzsche…e che a volte bisogna solo sedersi, aspettare e lasciar fluire le cose compiendo scelte dove siamo solo noi a decidere. E a vivere e godere di ogni momento.