Di Milena Screm, Counselor Supervisor Trainer

Vacanze al top della rigenerazione in cinque mosse e un pò di Mindfulness all'aperto

Estate.

Mare, montagna, lago, campagna: natura.

Quale occasione migliore?

La natura vive i suoi ritmi e non si fa prendere dalla frenesia, compie i suoi cicli regolarmente. Esprime la vita con colori, odori, suoni, sapori, consistenze e tanto altro ancora.

Stare in contatto con la natura è una medicina della nonna, naturale e sensata. Corpo e mente cambiano frequenza, i sensi si possono saturare di sensazioni benefiche per il sistema nervoso e per lo stato d’animo.

Le Neuroscienze, in alleanza con tradizioni meditative millenarie, offrono la possibilità di rendere più profondi e duraturi i benefici prodotti dai “bagni” di natura estivi. Come? Sostituendo il cellulare o il tablet con dieci/quindici minuti al giorno di tranquillo relax, a occhi chiusi, respirando e lasciando che pensieri e sensazioni scorrano come nuvole portate dal vento: mindfulness.

Anziché impegnarsi a non pensare o a non sentire, il segreto sta nel lasciare che ogni pensiero, ogni sensazione possano apparire: nessun’analisi, nessuna valutazione, un guardare con benevolenza e accoglienza.

Sembra facile!… E allora, come fare?...

Mindfulness non è una tecnica, è uno stato naturale della mente del quale bisogna trovare la porta d’accesso; poi và esplorato e coltivato, fino a potervi accedere più facilmente ogni volta che può essere utile. L’ingresso si raggiunge muovendo pochi passi (metaforici), alcuni accorgimenti pratici che i neofiti possono imparare in un breve training guidato da un insegnante abilitato. Segue la pratica che, poco alla volta, come nella natura delle cose, rende tutto più facile e autonomo.

Esercitarsi un po’ sotto cieli tersi, mare, alberi, sole, brezza e aria pulita, amplifica i benefici: l’intero sistema nervoso e l’organismo saranno grati per questa Mindfulness d’estate, all'aria aperta.

VACANZE AL TOP DELLA RIGENERAZIONE IN CINQUE MOSSE

• Una volta al giorno, vai per 10/15 minuti all’aperto, in un luogo tranquillo. Rilassati, fai alcuni profondi respiri, lascia che tutto scorra con benevolenza, dentro e intorno a te.

• Hai cinque sensi, le tue porte sul mondo. Durante le vacanze usali con più consapevolezza per fare il pieno di sensazioni preziose e piacevoli.

• In vacanza lascia tutto quello che non ti serve e del quale non ti puoi occupare, anche mentalmente, a casa.

• Prenditi un po’ di vacanza anche da cellulare, tablet, social, internet. Fai scorpacciate di contatti reali, relazioni dal vivo, convivialità, natura concreta e benefica.

• Tre volte al giorno, dentro di te, ringrazia l’esistenza: per le vacanze che stai facendo, per la bellezza della natura, per la pienezza della tua vita, per … tutto quello che vuoi.