Continua la nostra indagine sulla diffusione del Counseling in Italia.
Mentre per le iniziative in ambito universitario abbiamo potuto accedere ad alcune banche dati, per quanto riguarda i progetti di Counseling realizzati nella scuola primaria e secondaria italiana, la ricerca è stata compiuta attraverso le pubblicazioni su internet e informazioni ricevute da insegnanti e direttori didattici che hanno cortesemente collaborato.

Lo scenario che ne ricaviamo non ha nessuna pretesa di completezza né di capillarità; ciò nonostante ci consente di avere un utile “colpo d’occhio” generale.

 

La prima notizia indicativa è che sono stati rilevati progetti in tutt’Italia, anche se in numero maggiore tra il centro e il nord del nostro paese. La principale caratteristica che accomuna i diversi progetti di Counseling esistenti nelle scuole primarie e secondarie in numerose città e paesi italiani, è che sono strutturati in interventi differenti rivolti:
- ai bambini/ragazzi,
- ai genitori,
- agli insegnanti.

La fascia maggiormente coinvolta di bambini e ragazzi è quella tra i 9 ai 16 anni. I progetti hanno in parte impostazioni diverse, per esempio alcuni prendono spunto da fenomeni sociali come il bullismo e/o l’integrazione razziale, altri puntano all’ottimizzazione della resa scolastica; alcuni ancora sono mirati all’orientamento scolastico per gli allievi che finiscono le scuole medie e/o superiori. Tutte le attività di Counseling realizzate per gli studenti convergono comunque anche su bisogni psicologici generali rilevati:
- la gestione emotiva,
- il miglioramento dell’autostima,
- il potenziamento dell’espressione creativa.

Un interessante aspetto, rilevato in alta percentuale nei progetti realizzati, è che gli “sportelli d’ascolto”, un’iniziativa classica del Counseling, hanno riscosso un particolare indice di gradimento tra i ragazzi. Questo fatto sembra confermare una necessità sociale particolarmente forte nella nostra fase storica, caratterizzata dalla fretta e dall’uso eccessivo delle tecnologie: il bisogno di ascolto autentico. Il Counseling, in particolare quello di taglio Rogersiano (C. Rogers, Psicologia Umanistica ed Esistenziale), attua un modo di ascolto attento, profondo, privo di giudizio, che punti a far sentire l’individuo accolto e compreso; questo ha come altro scopo quello di favorire l’instaurarsi di una relazione empatica e di fiducia, attraverso la quale possano emergere le risorse della persona.

E’ necessario ricordare che il periodo della scuola dell’obbligo, accompagna fasi importanti e delicate dello sviluppo psicologico dell’essere umano, una delle quali è quella dell’adolescenza, con le sue instabilità umorali e i profondi cambiamenti corporei. L’attraversamento costruttivo di questo passaggio evolutivo non è scontato, richiede piuttosto sensibilità ad attenzione, oltre che conoscenza, da parte delle persone che svolgono funzioni educative, oltre che da parte dei familiari. Una struttura e dei professionisti che, all’interno delle scuole, possano svolgere un’azione efficace al riguardo è grande importanza sociale.

La gestione di comportamenti preoccupanti, emotività incontrollata, insicurezze e sfiducie, problematiche relazionali, difficoltà di studio, queste e altre sono le principali problematiche con le quali può confrontarsi lo studente ma anche, di riflesso, la famiglia e gli insegnanti stessi. E’ quindi ovvio che progetti di Counseling che abbiano come scopo la formazione dei genitori su argomenti che vanno oltre il buon senso e l’affettività innata, sono necessari. Considerazioni analoghe possono essere fatte anche a proposito degli insegnanti, i quali, oltre a trasmettere conoscenze e informazioni, hanno anche lo scopo di educare, insieme alla famiglia.

La divulgazione dell’opportunità offerta dall’approccio del Counseling all’intero delle strutture scolastiche italiane, pur non essendo ancora una realtà conclamata, è sicuramente un fenomeno in evoluzione. Il bisogno esiste a vari livelli e con diverse implicazioni. La formazione di una cultura generale su questa nuova forma di professione si sta realizzando.

Alcuni progetti di Counseling realizzati in scuole italiane (clicca sul progetto):
Dresano, Milano – Progetto “Scuola promotrice di benessere”;
Milano – Progetto “Scegliere il futuro sperimentando il presente” (dal sito scaricare il documenti Progetto St Art Up);
Milano – Progetto “Imparare a volare”;
Rescaldina – Progetto “”Counseling”;
Gavardo (Brescia) – Progetto “Interazione formativa con la famiglia”;
Asti – Progetto “Counselling per famiglie e adolescenti”;
Pavone Canavese – Progetto “Abilità di Counselling a scuola”;
Pesaro – Progetto “Counseling e orientamento”;
L’Aquila – Progetto “Ricominciamo insieme”;
Galatina (Lecce) – Progetto “Un intervento efficace per la crescita dei ragazzi, Servizio di Counseling scolastico”;
Taormina – Progetto “Mi oriento studiando”;
Quartu Sant’Elena e Provincia di Cagliari - Progetto "Ascoltare, accogliere, integrare";