La figura dello psicoterapeuta americano padre del Counseling.

Nel presentare la figura dello psicologo e psicoterapeuta americano padre del Counseling, Carl Rogers (1902-1987), un'informazione della sua biografia che immediatamente consente d'intuire la sua personalità, è che fu stato insignito nel 1987 del premio Nobel per la Pace. Nel 1969 aveva fondato l'Istitute of pace", un istituto per lo studio e la risoluzione di conflitti, che diventò un punto d'incontro per i rappresentanti di numerosi gruppi facenti parte d'opposizioni in varie parti del mondo (neri e bianchi sudafricani, cattolici e protestanti irlandesi e molti altri).

Sicuramente il Nobel fu assegnato a C.Rogers per la sua attività pacifista, ma anche per il suo pensiero e la sua pratica professionale d'educatore, psicologo e psicoterapeuta, che furono caratterizzate da un orientamento all'incontro armonioso tra le persone.

Nato in una famiglia che gli trasmise valori profondi sia nelle relazione con se stesso sia in quella con le altre persone, C.Rogers ebbe anche, durante la sua crescita, altri due nutrimenti interiori fondamentali: il rapporto con il sacro e quello con la natura. Forse per questa ragione il suo corso di studi accademico fu particolare: prima s'iscrisse ad agraria, successivamente ad una facoltà teologica. Dopo un soggiorno di sei mesi in Cina e in seguito alle riflessioni nate dal contatto con la cultura orientale, poté mettere a fuoco il suo bisogno di libertà di pensiero e il suo interesse per le scienze psicologiche; questo lo portò ad intraprendere un corso di studi di carattere psicopedagico.

Dopo la laurea, per oltre un decennio lavorò come psicologo presso alcune istituzioni sociali per la rieducazione di bambini e ragazzi delinquenti e ritardati e per il sostegno alle loro famiglie. Il suo scopo principale era essere d'aiuto a queste persone; al tempo stesso sentiva che la prassi psicologica tradizionale non lo facilitava. Anche confrontandosi con vari insuccessi, in questo periodo C.Rogers iniziò a mettere a fuoco e a sviluppare quello che sarebbe stato il suo approccio professionale alla psicoterapia, che mise in atto fattivamente dal 1924.
Nel 1940 il suo lavoro fu conosciuto e riconosciuto come innovativo.
Durante tutta la sia vita C.Rogers lavorò come psicoterapeuta e ricercatore in alcune importanti strutture universitarie americane, pubblicò libri ed articoli, sviluppò ad iniziative di confronto costruttivo tra professionisti. Tra queste un contributo fondamentale fu quello che il suo lavoro portò al movimento della Psicologia Umanistica.

La rivoluzione Rogersiana, rispetto all'approccio della psicologia tradizionale, iniziò dallo spostare l'attenzione del lavoro psicoterapeutico dalla risoluzione del problema al facilitare l'emersione delle risorse interiori dell'individuo. Questo processo, oltre a generare crescita interiore, determina anche maggiore capacità di affrontare e gestire altre problematiche. Un'altra importante caratterista che contraddistinse il lavoro di C.Rogers fu lo spostare l'attenzione dagli aspetti intellettivi (la mente) a quelli emotivi (la percezione); oltre a ciò, diversamente dall'approccio Freudiano il passato passa in secondo piano rispetto al presente. Nel Counseling* lo psicoterapeuta lascia in parte il suo ruolo d'esperto inteso come qualche cosa che determina "up & down", si pone verso il cliente avendo cura della comunicazione e della relazione, utilizza accoglienza e rispetto anziché formalità e freddezza.

C.Rogers ha sicuramente espresso nel proprio approccio ciò che egli era, una persona umana e sensibile, umile e capace, ben radicata sia nel proprio mondo percettivo sia in quello intellettivo. Sicuramente una figura interiormente libera eppure pienamente responsabile del proprio apporto educativo all'umanità. Un essere umano dal quale imparare come persone e al quale ispirarsi come professionisti delle "relazioni d'aiuto".

*Counseling: non è possibile tradurre letteralmente questa parola della lingua inglese; in particolare, per quanto riguarda il Counseling inteso come approccio professionale alla "relazione d'aiuto" non deve essere tradotta con consigliare ma piuttosto con accompagnare.

 

 

linea-diretta

CONTATTO RAPIDO

Insight Scuola di Counseling a Mediazione Corporea
Via Guido D'Arezzo 19 - 20145 - Milano Tel: 3276828931 - CF 97375660152 - P.Iva 07462360962