di Milena Screm

Spesso cerchiamo lontano soluzioni che sono lì, a portata di mano; cose semplici e di buon senso, piccoli "segreti" che aiutano a vivere meglio.

 

 

 

 

 

 

1. Inizia la tua giornata con qualche minuto di respirazione.

Giù da letto e via, di corsa per tutto il giorno; una tazza di caffè buttata giù, un tragitto frettoloso fino in ufficio, impegni su impegni, e via così fino a sera ... Somma giornate di questo tipo e lo stress ci mette poco ad arrivare e a farsi sentire.

Cambia ritmo, la fretta è falsa efficenza. Inizia dal risveglio, basta far suonare la sveglia solo cinque minuti prima e quei cinque impagabili minuti usali per risvegliarti poco alla volta, permettendo al corpo di uscire per gradi dal torpore del sonno. Fai respiri profondi e rilassati, tutto l'organismo ne trarrà beneficio.

2. Prenditi il tempo per assaporare la colazione.

Continua a respirare in modo rilassato anche fuori dal letto, mentre fai la doccia: goditi con ogni poro l'acqua che scorre sulla pelle, il senso di freschezza che infonde. E poi siediti, assapora la colazione, mastica ogni boccone sentendo ogni sapore e consistenza, immagina che assaggi quel cibo per la prima volta, gustalo. Stomaco e sistema nervoso te ne saranno grati.

3. Ricordare a te stesso ogni giorno, con gratitudine, che sei vivo e che hai ventiquattrore nuove di zecca da vivere.

Mentre ti avvi verso il tragitto per andare in ufficio, dedica qualche istante - anche nel cuore, non solo nella testa - al contatto con la vita che scorre dentro e intorno a te. Un nuovo giorno da vivere, persone da incontrare, esperienze da esplorare, cose da apprendere, scambi, contatti ... Un nuovo giorno pieno di ricchezza...

4. Non separare il tuo tempo.

Tutto il tempo puo' essere il tuo tempo se stai nel momento presente, in contatto con sensazioni, emozioni, pensieri, in relax. Un tempo vissuto ed assaporato in ogni piccola cosa é piacevole in ufficio come a casa, in una riunione come a un happy hour.

5. Goditi i tragitti casa/lavoro.

Resisti all'impulso di fare telefonate mentre stai percorrendo il tragitto casa/lavoro e viceversa. Concediti questo tempo per essere solo con te stesso, con il mondo intorno a te e, se ne hai la possibilità, con la natura, fosse anche solo attraversare un viale alberato o un parco cittadino. Piccoli break, funzionali al tuo ben-essere.

6. Organizzati piccoli spazi  di respirazione.

Mentre sei al lavoro, ogni due o tre ore e/o se accade qualche cosa di faticoso, vai per qualche minuto dove calmarti e stare un pò da solo. Pochi minuti, anche solo tre o quattro, per respirare profondamente e con calma: sentirai che l'ossigeno scioglierà qualche tensione e che la mente sarà più leggera. Respirare è uno strumento portatile e naturale, usalo.

7.  Rispetta i bisogni fisiologici del tuo corpo.

All' ora di pranzo prenditi il tempo per mangiare, lascia in ufficio timori e preoccupazioni, risolvi dopo. Non mangiare alla tua scrivania, quello è il posto per lavorare; cambia ambiente, vai a fare una passeggiata. Se vai a pranzo coi colleghi, non parlare di questioni di lavoro, stacca.

8. Prima di andare a una riunione preparati.

Prima di una riunione prenditi tre, quattro minuti per respirare, ossigenarti e rilassarti, sarai più lucido e ti aiuterà a mantenere la calma. Prova ad avere un'attitudine accogliente perso le persone che lavorano con te, qualsiasi sia il loro ruolo; potranno essere nervosi in alcuni momenti, ma questo non fa di loro dei nemici. La collaborazione porta soddisfazione e risultati.

 9. Astieniti dal parlare e reagire quando sei in preda alle emozioni.

Se ti senti arrabbiato o irritato, astienti dal dire o fare qualcosa subito; in preda alle emozioni abbiamo una percezione distorta e re-agiamo in modo inpulsivo. Meglio lasciar scorrere l'onda emotiva e aspettare qualche minuto. Nel frattempo il  respiro, modulatore naturale delle emozioni, è lì a tua disposizione anche in questo caso: fai venti/trenta respiri profondi e rilassati, inspira calma ed espira irritazione, fino a quando ti sentirai più tranquillo. Ora puoi dire e agire con più lucidità.

10. Quaderno delle cose belle/buone.

Accade di essere circondati, a volte, da persone che si lamentano di tutto; i media bombardano di notizie pesanti nei notiziari,  facile essere preda di una visione negativa del mondo.  La vita è fatta di cose belle e di cose dolorose, nei micro e macro sistemi, è la sua naturale alternanza; inutile lottare contro questo, ma è possibile avere sguardo anche ad altro. Un quaderno dove annotare ogni giorno tutte le cose belle/buone successe, è una piccola strategia funzionale ad avere occhi anche per la bellezza e la bontà dell'esistenza. Serve ogni giorno, è un sostegno nei momenti difficili.