Scuola di Counseling Insight: corsi individuali e di gruppo

“GESTIONE delle EMOZIONI”, Una competenza performante

Nella vita privata può accadere di lasciarsi andare alle emozioni, a volte anche quelle socialmente più difficili da gestire, senza troppi patemi d’animo; nel contesto delle relazioni che hanno scopi professionali invece, sarebbe auspicabile, ed è richiesto, che tutto ciò non avvenisse, se non con modi intenzionali, finalizzati, controllati.

Fatta questa premessa, ognuno ha invece esperienza diretta di come, in casa o in azienda, i flussi improvvisi, spesso sottili ma non per questo di meno impatto, a volte dirompenti e sicuramente irrazionali delle emozioni, siano “onde” che quotidianamente rischiano di travolgere. E così come lo tzunami oceanico devasta, allo stesso modo la sfuriata o lo scatto d’ira improvviso di un collega o di un capo possono destabilizzare una relazione professionale e la possibilità di raggiungere gli obiettivi professionali. Rimanendo nelle metafore marine, non sono solo i “rischi tzunami” da dovere essere monitorati, perché anche le onde di minor misura ma costanti, logorano le comunicazioni e i rapporti: se l’ira che scoppia come una bomba “spacca”, la rabbia controllata e raffreddata grazie alla razionalizzazione erode.

E poi ci sono le ansie, le paure, i timori inconfessati, le insicurezze, l’ammirazione …, correnti emozionali che scorrono e vanno da una persona all’altra, aldilà dei contesti e dei ruoli.
Se il pensiero e la parola si possono agevolmente controllare, mediare, filtrare, le emozioni invece si fanno largo aldilà della volontà o meno di esprimerle; si muovo nel territorio del corpo, non della mente; si manifestano con sfaccettature di linguaggio che non hanno bisogno di parole: il rossore delle guance, lo sbiancare del volto, l’intensità dello sguardo, la piega delle labbra, i palmi delle mani inumidite, il tono della voce e molto molto altro ancora.

Famiglia o azienda, nello stereotipo comune c’è confusione su come le emozioni debbano essere gestite; c’è anche confusione sulle emozioni, soprattutto nella tendenza a sovrapporre un percepito emotivo al risultato dell’averlo espresso o agito. C’è inoltre ignoranza, nel senso etimologico della parola, su quest’argomento, le emozioni.

Alla fine degli anni ’60 uno psicologo americano, David Goleman, insieme ai colleghi Peter Salovay e John D.Mayer, sensibile a tutti questi argomenti, ha sviluppato una ricerca con criteri totalmente differenti da quelli usati tradizionalmente a questo scopo in psicologia: la norma in quest’ambito è studiare ciò che non funziona, mentre Goleman si è concentrato sull’identificare i fattori caratteriali e comportamentali più ricorrenti nelle persone sane, soddisfatte, realizzate. La sua ricerca, ha evidenziato un fattore comune, chiamato Intelligenza Emotiva: la capacità di sentire, riconoscere, utilizzare in modo efficace alla comunicazione e alla relazione i flussi delle emozioni. Se alcuni, pochissimi, hanno questo corredo innato, altri lo posso acquisire e sviluppare, grazie alla conoscenza, le competenze, l’uso di tecniche.

Volendo quindi gestire in modo costruttivo questa profonda risorsa umana, è necessario acquisire informazioni, saperne un po’ di più, ma non basta; è necessario anche riportare la conoscenza teorica su sé stessi, sviluppando coscienza di sé; è non ultimo ci vogliono strumenti, tecniche da mettere in pratica.

Questa proposta formativa è un laboratorio d’Intelligenza emotiva, contestualizzato in ambito aziendale, quindi tagliato su misura per obiettivi e risultati funzionali a ottimizzare, attraverso lo sviluppo dell’auto-conoscenza, le capacità comunicativo-relazionali del professionista. Competenze che, Goleman insegna, sono performanti nella vita personale e nella vita in azienda.

Le proposte Insight per la formazione aziendale, si rivolgono a singole aziende interessate a formare su una delle aree proposte piccoli team di collaboratori (minimo 6 persone). Insight non organizza iniziative interaziendali. Per le società con necessità relative a singoli manager, la nostra proposta si sviluppa in percorsi di counseling individuale mirato.